Deformazione Tubo e Lamierabusiness to business
More Website Templates at TemplateMonster.com!

MASSIMA PROTEZIONE CONTRO IL RISCHIO DI ESPLOSIONE

Con la nuova sede in Italia, a Settimo Milanese, steute punta ad offrire un supporto diretto ed efficiente ai clienti italiani che già utilizzano i suoi prodotti. La società sta vivendo un periodo di forte sviluppo a livello commerciale. Il rafforzamento della presenza commerciale in Italia permetterà anche di sviluppare sinergie al fine di proporre prodotti su misura per i clienti. Ma vediamo di conoscere un po' più da vicino questa importante realtà tedesca, che vanta quasi mezzo secolo di esperienza (la fondazione risale infatti al 1961) nella progettazione e costruzione di interruttori di sicurezza, anche in esecuzione Atex. Oltre quarant'anni di esperienza nel campo degli interruttori di sicurezza Nello stabilimento di Löhne, nella Westfalia, avviato nel 1986 e ampliato nel 2001, i 180 dipendenti della steute Schalt gerate sviluppano e realizzano da oltre quarant'anni interruttori per la protezione antideflagrante, la tecnologia di comando e la tecnologia medica, prestan - do una particolare attenzione alle direttive internazionali in vigore. Gli interruttori per zone a rischio di esplosione vengono impiegati laddove vi è la presenza contemporanea di materiali infiammabili, di ossigeno e di una fonte di accensione. I settori d'impiego classici di questi prodotti, come l'industria meccanica e l'impiantistica in genere, nel corso degli anni sono stati affiancati da altri, per esempio l'industria chimica dove la protezione antideflagrante ha un ruolo decisamente importante, e il settore medicale. In questi ambiti viene chiesto non solo all'utilizzatore, ma anche al produttore della macchina, nonché ai suoi fornitori, un elevato senso di responsabilità. Un processo produttivo certificato per soddisfare requisiti di qualità molto severi I prodotti steute devono soddisfare requisiti di qualità molto elevati: nei settori d'impiego in cui vengono applicati, infatti, un guasto o un difetto di produzione può avere conseguenze fatali. Una sola scintilla può essere sufficiente per causare un'esplosione e provocare gravi danni all'uomo, alla macchina o all'ambiente. Se nell'industria chimica e petrolchimica si possono creare atmosfere con rischio di esplosione dovute al gas, nelle lavorazioni del legno, nell'industria alimentare e dei mangimi, nei mulini o nella lavorazione di metalli leggeri, il rischio arriva dalle polveri fini organiche. Per questo motivo, nel processo produttivo certificato secondo lo standard DIN EN ISO 9001:2000, viene controllato e documentato ogni singolo passaggio. Inoltre, per alcune linee di prodotto destinate ad applicazioni critiche, i requisiti sono particolarmente severi. La direttiva CE 94/9/CE fornisce precise indicazioni sulla gestione della qualità (QM o Quality Mana - gement) per la produzione di dispositivi oppure sui sistemi di protezione per zone a rischio di esplosione. Il sistema QM steute è conforme a questa direttiva. Oltre al certificato "Atex", gli interruttori antideflagranti inclusi nel programma di produzione dispongono delle certificazioni di collaudo della DMT (EXAM), che garantisce la qualità della produzione secondo la direttiva 94/9/CE. Il programma di produzione, in continuo ampliamento, comprende, tra l'altro, interruttori di posizione, sensori magnetici, interruttori di emergenza a fune, interruttori di allineamento a nastro, interruttori di sicurezza ed elettroserrature per zone Ex 1 e 2 con gas esplosivi e per zone Ex 21 e 22 con polveri esplosive. Presentiamo qui di seguito alcuni dei prodotti per la protezione antideflagrante. Interruttori elettrici a solenoide per un'alta classe di protezione Sporco, umidità o pericolo di esplosione sono condizioni ambientali che possono pregiudicare le prestazioni di interruttori elettrici, sensori e attuatori. Gli operatori del settore, dal progettista fino all'utilizzatore finale, necessitano che gli interruttori applicati in automazione siano duraturi e funzionino senza problemi soprattutto in presenza di condizioni ambientali difficili. Gli interruttori elettrici a solenoide EEX STM 295 sono progettati appositamente per tali condizioni; offrono infatti un'alta classe di protezione e somo conformi alle normative ATEX. Questi interruttori possono essere installati in aree a rischio esplosione di gas e di polvere. Elettroserrature di sicurezza antideflagranti Le elettroserrature di sicurezza Ex assicurano, insieme alle parti di comando di una macchina, che di - spositivi di sicurezza scorrevoli, girevoli e rimovibili (per esempio griglie, cappe, porte e così via) non possano essere aperti, fino a quando le condizioni di pericolo (per esempio movimenti di oltrecorsa) non siamo terminate. Queste elettroserrature vengono inoltre impiegate laddove l'apertura di un dispositivo di protezione rappresenti un intervento non ammesso in un processo produttivo. Nelle elettroserrature di sicurezza Ex l'elemento di commutazione con il dispositivo di ritenuta non sono uniti in modo costruttivo con l'azionatore, tuttavia per la commutazione vengono uniti o separati in modo funzionale. Esse sono impiegabili nelle zone Ex 1 e 2 con gas esplosivi e nelle zone Ex 21 e 22 con polveri esplosive. Interruttori d'emergenza a fune per macchine e impianti non protetti Gli interruttori d'emergenza a fune Ex vengono impiegati su macchine e parti di impianti, che non possono essere protette mediante coperture di sicurezza. Al contrario dei pulsanti d'emergenza, con questo tipo di interruttore la funzione di arresto d'emergenza può essere attivata da qualsiasi punto della fune. Tutti gli interruttori di emergenza a fune Ex sono conformi alla normativa europea EN 418 e alla IEC 60947-5-5. Sono disponibili interruttori d'emergenza a fune Ex con possibilità di azionamento da uno o da due lati e tutti dispongono del controllo di rottura della fune. In caso di trazione fune o rottura fune, si aprono i contatti NC e si chiudono contatti NA. Tutti gli interruttori d'emergenza a fune Ex sono dotati di una custodia metallica molto robusta. È infine disponibile un vasto assortimento di accessori per tutte le varianti del prodotto. L'azienda tedesca steute vanta oltre quarant'anni di esperienza nello sviluppo e nella produzione di interruttori di sicurezza, destinati soprattutto alle aree a rischio di esplosione. La rete commerciale internazionale, che annovera anche steute Italia, offre la garanzia di una consulenza competente e di un servizio di assistenza rapido nel campo della protezione antideflagrante. Gli interruttori d'emergenza a fune Ex vengono impiegati su macchine e parti di impianti che non possono essere protette mediante coperture di sicurezza. Interruttori radio a prova d'esplosione Nelle aree potenzialmente esplosive gli interruttori con tecnologia di radiotrasmissione offrono tutta una serie di vantaggi. Questi dispositivi trasmettono i propri segnali in modo wireless e generano la poca energia necessaria per la trasmissione in modo autonomo, con un generatore elettrodinamico: quindi nessun cavo, nessun connettore e nessuna batteria. Il ge ne ratore genera energia elettrica dal movimento del pistoncino di azionamento; l'energia cinetica del pistoncino viene trasformata in energia elettrica. Questi interruttori sono in grado di trasmettere segnali dall'interno di aree potenzialmente esplosive riducendo di fatto il rischio di esplosione e abbattendo i costi. L'intera gamma (dispositivi di comando, interruttori di posizionamento, interruttori a fune e interruttori a pedale, è omologata Atex per applicazione in zone Ex 1 e 2 (gas) e 21 e 22 (polveri). Gli interruttori d'emergenza a fune Ex vengono impiegati su macchine e parti di impianti, che non possono essere protette mediante coperture di sicurezza. Le elettroserrature di sicurezza EX. Nelle aree potenzialmente esplosive, gli interruttori con tecnologia di radiotrasmissione offrono tutta una serie di vantaggi.